Seminario a Siracusa:“l’Etica professionale nel mondo dell’informazione: quale futuro dei giornalisti nell’era digitale”

SIRACUSA Il giornalista deve progettare: altrimenti non affronta la crisi della stampa, l’informazione che cambia, i contenuti generati da utenti non professionali per i quali bisogna trovare strumenti nuovi di verifica, l’informazione online, la pubblicità, l’aggiornamento professionale, le nuove tecnologie. Per progettare occorre un surplus di impegno e anche di etica. Con queste parole il presidente nazionale dell’Ucsi Andrea Melodia ha aperto, stamattina, il seminario per la formazione professionale dei giornalisti sul tema “l’Etica professionale nel mondo dell’informazione: quale futuro dei giornalisti nell’era digitale”. L’incontro, è stato promosso e organizzato dall’Ucsi, l’Unione Stampa Cattolica, Sicilia e della sezione di Siracusa in collaborazione con l’Ufficio per la Pastorale delle Comunicazioni Sociali dell’Arcidiocesi di Siracusa e l’Associazione siciliana della Stampa, sezione di Siracusa, in occasione della Festa di San Francesco di Sales, patrono dei Giornalisti. La giornata è iniziata alle 9,15 con la celebrazione eucaristica presieduta dall’arcivescovo Metropolita Mons. Salvatore Pappalardo e concelebrata dal consulente ecclesiastico dell’Ucsi Sicilia don Paolo Buttiglieri e dal consulente provinciale dell’Ucsi di Siracusa don Giuseppe Lombardo, direttore del settimanale diocesano “Cammino” a cui hanno partecipato, oltre al presidente nazionale dell’Ucsi Andrea Melodia, il presidente regionale dell’Ucsi Giuseppe Vecchio, il consigliere nazionale dell’Ordine dei Giornalisti Santo Gallo, il presidente della sezione di Siracusa Salvatore Di Salvo, il consigliere nazionale dell’Ucsi Crisostomo Lo Presti, l’assistente nazionale della Fisc Giuseppe Longo, i dirigenti regionali dell’Ucsi e dell’Assostampa, i giornalisti della provincia di Siracusa e le delegazioni di Messina, Catania e Enna guidati rispettivamente da Crisostomo Lo Presti, Giuseppe Adernò e Renato Pinnisi.
Durante la celebrazione, l’arcivescovo Salvatore Pappalardo ha sottolineato il ruolo dei giornalisti e la capacità di interpretare i fatti trasformandole in “buone notizie”. “La famiglia – ha detto il presule della chiesa siracusana – del resto, ė il primo luogo dove tutti impariamo a comunicare tornando, quindi, a un momento originario che aiuta a rendere la comunicazioni più autentica e umana”. Poi l’arcivescovo Pappalardo ha fatto riferimento al messaggio di Papa Francesco per la XLIX Giornata mondiale delle comunicazioni sociali sul tema “Comunicare la famiglia: ambiente privilegiato dell’incontro nella gratuità dell’amore”. “Papa Francesco ci ha consegnato un messaggio forte– ha detto l’arcivescovo Monsignor Salvatore Pappalardo–. Nella famiglia c’è soprattutto la capacità di abbracciarsi, sostenersi, accompagnarsi, decifrare gli sguardi ed i silenzi, ridere e piangere insieme, tra le persone che non si sono scelte e tuttavia sono così importanti l’una per l’altra, a farci capire che cosa ė veramente la comunicazione come scoperta e costruzione di prossimità. Ridurre le distanze, venendosi incontro a vicenda e accogliendosi, ė il tipo di gratitudine e gioia: del saluto di Maria e del sussulto del bambino scaturisce la benedizione di Elisabetta, a cui segue il bellissimo cantico Magnificat, nel quale Maria loda il disegno d’amore di Dio su di lei e sul suo popolo. Da un pronunciato con fede scaturiscono conseguenze che vanno ben oltre noi stessi e si espandono nel mondo“.La famiglia più bella, protagonista e non problema, ė quella che sa comunicare, partendo dalla testimonianza, la bellezza e la ricchezza del rapporto tra uomo e donna, e di quello tra genitori e figli. Non lottiamo per difender il passato, ma lavoriamo con pazienza e fiducia, in tutti gli ambienti che quotidianamente abitiamo, per costruire il futuro“. Subito dopo la messa, nel salone della Chiesa di San Tommaso, in Ortigia, il presidente nazionale dell’Ucsi Andrea Melodia ha tenuto la prolusione sul tema della giornata. L’incontro è stato introdotto da Salvatore Di Salvo, presidente provinciale dell’Ucsi di Siracusa, da Giuseppe Vecchio, presidente regionale dell’Ucsi e coordinato dal tutor del corso Aldo Mantineo, consigliere dei Revisori dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia.

Comunicato stampa trasmesso da Domenico Interdonato Direttore responsabile Filodirettonews

Siracusa, 24 gennaio 2015
Renato Pinnisi
Responsabile Comunicazione Ucsi Sicilia

© 2015 Microsoft Condizioni Privacy e cookie Sviluppatori Italiano

“Comunicazione pubblica e d’impresa” Presentato alla Camera dei deputati il volume di Francesco Pira ed Andrea Altinier

È stato presentato alla Camera dei Deputati, nella sala intitolata Aldo Moro, ad un pubblico folto e qualificato il volume di Francesco Pira ed Andrea Altinier “Comunicazione pubblica e d’impresa” edito da Libreriauniversitaria.it per la collana Economia e management. . L’incontro è stato aperto dal Vicepresidente della Camera, Roberto Giachetti, e dopo di lui sono intervenuti esperti e professionisti della comunicazione come il fondatore di Comin&Partners ed esponente di Confindustria, Gianluca Comin, il direttore di Comunicazione e Servizi al Cittadino Formez PA, Sergio Talamo. Il dibattito è stato moderato dal caporedattore News Mediaset e conduttore di Tg Com 24 , Fabio Tricoli.

Il vicepresidente della Camera, Roberto Giachetti ha aperto i lavori ponendo l’accento sul continuo cambiamento che ha investito il mondo della comunicazione “e allora ben vengano libri come questo che ti obbligano ad aprire gli occhi, a considerare che il mondo dell’ informazione è in piena trasformazione. Un mondo in cui, essenzialmente, il politico è un prodotto da portare in tavola e il suo compito è, sostanzialmente, quello di essere buono all’assaggio”.

ll lavoro di Francesco Pira e Andrea Altinier studia ed analizza le moderne tecniche di comunicazione pubblica e d’impresa con un occhio sempre attento su come quest’ultime si sviluppano sulla Rete.

Il trend della comunicazione, il rapporto tra social e sistema dell’informazione, la gestione delle relazioni, il newsmanagement, le relazioni istituzionali sono stati alcuni dei temi che sono stati affrontati nel corso della presentazione. La soddisfazione del cittadino e la necessità di una comunicazione pubblica innovativa sono stati i temi cardine sottolineati da Sergio Talamo “la citizen satisfaction affrontata nel dettaglio e con precisione nel libro deve diventare un modello di riferimento”. Ha detto l’esperto autore anche di importanti pubblicazioni, rilevando come “la comunicazione è un arco che può far partire tante frecce che in questo momento hanno smarrito la direzione”.

Gianluca Comin, invece, ha delineato altre sfumature del cambiamento della comunicazione “oggi la comunicazione deve fare attenzione a 360 gradi perché un fatto viaggia sulla Rete e può fare il giro del mondo in pochi attimi. Nulla resta più dentro i confini territoriali e bisogna avere piena consapevolezza della molteplicità di strumenti a disposizione.”

La presenza di numerosi strumenti a disposizione richiede “sempre più professionalità e bisogno di strategia” ha sostenuto uno dei due autori e docente dello Iusve, Andrea Altinier “i contenuti vanno declinati secondo le diverse caratteristiche e punto di forza del format utilizzato. E non secondo la tecnica del copia / incolla del comunicato senza distinzione sul sito, sui social, sulla newsletter.”

“E’ importante trovare il coraggio sul serio – ha con forza scandito Francesco Pira l’altro autore e docente di comunicazione all’Università di Messina e alla IUSVE (l’Università Salesiana di Mestre e Verona) – di cambiare verso. Siamo in una nuova fase di ritardo culturale. Si ripete quanto è accaduto in passato con uno scarto importante tra i cambiamenti materiali sempre più veloci, da un lato, e la cultura e quindi la comunicazione, con valori, tradizione e atteggiamenti dall’altro. Con le nuove tecnologie a determinare nuovi equilibri e nuove opportunità o allarmi”.

Al termine tanti applausi per tutti i relatori per un pomeriggio di “buona comunicazione” mentre sempre a Montecitorio c’erano tante riunioni per preparare la nuova elezione del presidente della Repubblica.
Splendida la moderazione di Fabio Tricoli capace di stimolare con grande professionalità sia gli autori che i relatori.

Comunicato ricevuto da : Domenico Interdonato Giornalista

Visita al Museo della Fortificazione Permanente dello Stretto di Messina-Forte Cavalli

I visitatori potranno ammirare anche il maestoso panorama dello Stretto Museo di Forte Cavalli domenica 21 dicembre apertura di fine anno per visitare le sale mostre e il Museo della Fortificazione Permanente dello Stretto di Messina.
Apertura di fine anno dell’area museale di Forte Cavalli, domenica 21 dicembre dalle ore 9,30 alle ore 12,30, in tale occasione, sarà possibile ammirare la più importante collezione di munizionamento aereo, sganciato dagli Alleati sulla città di Messina al termine della “Campagna di Sicilia”.
Per maggiori informazioni e per visionare il percorso che porta alla Fortezza, consultare il sito www.fortecavalli.it.
Il lungo lavoro di recupero e valorizzazione della fortezza “Umbertina” ad opera dell’Associazione Comunità Zancle, concessionaria della struttura, ha consentito di restituire alla collettività la fruizione del bene architettonico; attraverso visite guidate e momenti culturali organizzati in sinergia con Associazioni che insistono ed operano sul territorio.
La piazza d’armi, la rinomata Base Scout, le sale mostre e il “Museo della Fortificazione Permanente dello Stretto di Messina”, consentono oggi al vasto pubblico di appassionati, curiosi, studenti e turisti, di godere di uno spazio attrezzato e dello spettacolare scenario dello Stretto, che si può ammirare dagli ampi spalti della Fortezza.

Comunicato stampa< ERRATA CORRIGE Museo di Forte Cavalli domenica 21 dicembre apertura di fine anno

Messina, 20 dicembre 2014

Messina: appuntamento con la solidarietà al Parco Horcinus Orca

Manifesto 19.12.2014La Guardia Costiera Volontaria di Messina al Parco Horcinus Horca ore 18.30
Appuntamento con la solidarietà “Una Squadra tra le Onde”

Appuntamento con la solidarietà a Messina al Parco Horcinus Orca oggi alle ore 18.30, con la Guardia Costiera Volontaria, l’incontro benefico inizierà con il saluto del Presidente Agostino Florio e la proiezione di un video assieme a delle foto, che serviranno a mostrare ai presenti le attività svolte durante l’anno.
Ci sarà anche uno spazio dedicato al Cabaret con l’esibizione dell’artista Salvatore Brandino, l’evento solidale si concluderà con una degustazione guidata da Slow Food, con prodotti gastronomici dei Monti Peloritani e dei Nebrodi, quota di partecipazione in offerta minima sarà di quindici euro.
Per informazioni e prenotazioni telefonare ai seguenti numeri: 3478112764 e 3200655430, la città è invitata a partecipare.

Comunicato stampa trasmesso da : Domenico Interdonato Direttore Filodirettonews

Messina, 19 dicembre 2014

Alla Badiazza “Il Coraggio della Rinascita”

01 BADIAZZA (1)

Spettacolo natalizio dell’Istituto Scolastico Comprensivo “Villa Lina – Ritiro”
A Messina si è svolto nella maestosa location della “Badiazza” la Chiesa di S. Maria della Valle l’appuntamento culturale “Il Coraggio della Rinascita”, nel millenario complesso monumentale si è sviluppato un pregiato percorso artistico culturale in preparazione del Santo Natale.
Artefici dell’evento gli studenti del plesso distaccato “Badiazza” dell’Istituto Comprensivo “Villa Lina – Ritiro”, un pullulare di ragazzi che si sono esibiti nella drammatizzazione “Il Coraggio della Rinascita” è seguita la rappresentazione della Natività con canti e brani musicali natalizi.
Il pomeriggio culturale è stato presentato dall’insegnante Pina Pavone, allietato dal coro “Pueri Cantores” e dalle melodiche note dell’orchestra scolastica “Vann’Antò” diretta dai professori: Giampaolo La Spada, Sergio Cordina, Luigi Blanco e Cettina Feminò, responsabili dell’area musicale di Istituto.
L’evento inserito nel programma “Working in progress” dell’Associazione “Il Centauro” tenutaria del monumento, è stato realizzato in sinergia con la Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Messina, Centro Diurno Camelot, Azienda Foreste Demaniali di Messina, Fondazione Bonino Pulejo, Associazione L’Aquilone, l’Unione Stampa Cattolica e la parrocchia di Ritiro.
Presenti all’evento la Dirigente dell’Istituto prof. Giovanna De Francesco, il dott. Matteo Allone del Centro Camelot e la dott. Tommasa Siragusa della soprintendenza. La Dirigente De Francesco ha ringraziato, gli alunni, il corpo docenti, i genitori e quanti hanno dato il loro contributo alla realizzazione dell’evento, che è servito a lanciare il messaggio della capacità del cambiamento per la rinascita culturale. La dott. Tommasa Siragusa ha evidenziato il bel coinvolgimento delle realtà locali, che l’Associazione “Il Centauro” ha saputo fare negli anni mirate al recupero e alla valorizzazione del complesso monumentale. Il dott. Allone ha ricordato il coinvolgimento nella manifestazione degli utenti del Centro Diurno Camelot e la soddisfazione nel vedere tanti bambini “Protagonisti” in costume e in movimento, che hanno creato un clima veramente natalizio e infine ha ricordato l’appuntamento con il Presepe Vivente di sabato 27 dicembre alle ore 17 sempre alla Badiazza.
La manifestazione si è conclusa con una preghiera fatta da tutti i presenti assieme al parroco Don Roberto e con i canti natalizi del coro. Buona l’affluenza del pubblico, che ha partecipato all’appuntamento natalizio e allo stesso tempo ha potuto ammirare la maestosità della monumentale “Badiazza”.
Messina, 18 dicembre 2014

Comunicato stampa trasmesso da: Domenico Interdonato Direttore Filodirettonews

Palaghiaccio Catania: al via le gare nel weekend della danza sportiva

Sono iniziate in perfetto orario le gare nel weekend di Danza Sportiva del Comitato Regionale FIDS Sicilia al Palaghiaccio di Catania, per il 7° Trofeo di Coppa Sicilia e Coppa Campioni, primo appuntamento del circuito regionale di gare nazionali discipline varie.
Le gare della nuova stagione 2014/2015 sono iniziate alle ore 10.30 di oggi sabato 13 e si concluderanno in tarda serata, mentre domani domenica 14 inizieranno alle 9.30 per concludersi sempre in sera.
Sono stati circa 400 le coppie iscritte, mentre i gruppi di ballo sono stati 250, per un totale di 2.800 atleti ballerini provenienti da tutte le Province della Sicilia.
Ecco le discipline della Danza Sportiva, che gareggeranno oggi sabato 13 dicembre: nella mattinata si è iniziato con le danze Caraibiche e Carribean Show Dance, sono state 400 mentre fin dal primo pomeriggio gareggeranno il Liscio Unificato, Ballo da Sala, Standard e Latino Americane, le gare si concluderanno in serata.
Le gare si stanno svolgendo in maniera regolare, sapientemente coordinate dal Direttore di Gara Salvatore Massari e dal Vice Direttore Salvatore Chisari, presentatori Fabio Testa e Grazia Angela Di Bella, segretario di gara Michele Di Lillo.
Domani domenica si inizierà con le danze Country Western, le Accademiche e Orientali, concluderanno la giornata fino al tardo pomeriggio le danze Freestyle e Street Dance.
Positivo il commento del Presidente Giovanni Costantino, che dichiara “la numerosa partecipazione degli atleti ballerini siciliani a Catania alla prima gara del circuito regionale, è di buon auspicio per l’inizio della Stagione Sportiva ma anche per quanto di buono è stato prodotto in questi anni, l’augurio è quello di raccogliere nella nuova Stagione Sportiva” i giusti frutti che tutta la Danza Sportiva isolana merita”.

Catania, 13 dicembre 2014
http://sicilia.fids.it/

Comunicato stampa ricevuto da: dott. Domenico Interdonato giornalista pubblicista domenico.interdonato@yahoo.it

Proposta Turistica 3.0 : una realtà a Messina e Provincia

download

Sembrava impossibile strutturare un’entità turistica ricettiva professionale ed accogliente nella Città di Messina, si parlava di ritrosie, burocrazia, reticenze e pregiudizi tipici di una Città immobile, si diceva: “tanto a Messina è impossibile fare turismo di qualità”, eppure in pochissimo tempo l’associazione Proposta Turistica 3.0 immaginata e poi fondata da Antonino Sapienza già nel dicembre 2013, oggi è la prima e l’unica realtà professionale urbana di promozione ed attività turistiche. Si avvale infatti di uno staff ad altissimi livelli: 7 guide turistiche, 5 tourist promoter, 3 organizzatori, tutti multilingue, un sistema turistico semplice ma competente che prevede criteri di accoglienza e valorizzazione del patrimonio culturale, storico ed architettonico tramite attività dedicate. Infatti grande successo e partecipazione hanno avuto da prima le accoglienze per i crocieristi con spettacoli folkloristici al Terminal Crociere di Messina e poi i servizi prettamente turistici come i Walking Tour, passeggiate culturali condotte dalle guide turistiche, gli itinerari in carrozza in ed infine i percorsi culturali periferici ed in provincia con mezzi turistici e guida a bordo. Proposta Turistica 3.0 ha inoltre già strutturato un sistema di rete regionale a partire dalla Città di Taormina nella quale sono già presenti dal mese di novembre i servizi di Walking Tour e Guida Turistica al Teatro Antico,condotti in 3 lingue e Milazzo con il servizio di Guida Turistica al Castello e nuovi itinerari nel Centro Storico. Prossimi obiettivi i siti di Tindari e nel 2015 le altre realtà della sicilia orientale: Catania e Siracusa.
Questo il pensiero del Presidente Antonino Sapienza dopo un anno di attività: “Un anno durante il quale abbiamo capito che per promuovere il turismo a Messina ed in tutta la Sicilia non è necessario immaginare progetti faraonici, ne tanto meno rivolgersi ad una politica o ad organizzazioni filo-politiche di settore spesso cavillose ed incompetenti, basta strutturare in ogni sito di interesse culturale, piccole realtà ricettive e propositive ma altamente professionali e qualificate, pensando sin da subito ad un fattivo collegamento di rete che preveda anche la valorizzazione delle nostre eccellenze non solo culturali ma anche eno-gastronomiche ed artigianali. Il turismo resta l’unica opportunità di crescita per la nostra amata terra, con Proposta Turistica 3.0, abbiamo dato il “la” a questo concetto, provando ad infondere consapevolezza e coraggio anche alle nuove realtà nascenti. Diventa un obbligo non farci rubare questa straordinaria risorsa delle grosse organizzazioni turistiche che puntano esclusivamente al business senza tutelare il nostro territorio. Oggi ne abbiamo le competenze per farlo, lo stiamo facendo da un anno e continueremo su questa strada.”

Comunicato n° 36 del 10 dicembre 2014 ricevuto da: Antonino Sapienza Mobile 347 9711320

Walking Tour Taormina – Escursione guidata nel Centro Storico di Taormina, domenica 23 novembre ore 10,30

timthumb

Dopo il successo della visita guidata al Teatro Antico di Taormina, l’associazione Proposta Turistica 3.0 propone per domenica 23 novembre alle 10,30 una nuova ed inedita escursione in lingua italiana denominata “Walking Tour Taormina” nel Centro Storico della bellissima Perla dello Jonio, illustrata nei dettagli storici ed architettonici da una guida turistica autorizzata dalla Regione. Un evento unico dedicato a tutta la cittadinanza siciliana ed ai turisti italiani in visita, proposto come start up per le successive escursioni in lingua inglese, spagnola, francese e cinese. Proposta Turistica 3.0 nasce per valorizzare il patrimonio culturale ed artistico in tutta la provincia di Messina, proponendo attività ed escursioni per turisti e la cittadinanza, avvalendosi di tourist promoter e guide autorizzate, qualificate e multilingue. Lo scopo dell’associazione è quello di favorire l’incremento turistico valorizzando i luoghi di interesse storico ed architettonico. Per l’occasione il contributo della visita guidata sarà di 7 euro a persona. Riunione e partenza alle ore 10,30 da Porta Messina. Per ulteriori informazioni contattare il presidente dell’associazione Antonino Sapienza al numero mobile 347 9711320 o visitare le pagine Facebook
“Proposta Turistica 3.0” e “Walking Tour Taormina di Proposta Turistica 3.0”.

Walking Tour a Messina: turisti nella propria città.

008

La proposta di un’offerta turistica non può lasciare indifferenti. Passare giorni o semplicemente alcune ore a contatto con beni artistici e paesaggistici rappresenta un elisir che, oltre a vivificare la cultura personale, rilassa la mente e lo spirito. A volte le offerte riguardano mete lontane, difficili da raggiungere e anche costose, considerati i tempi. Poche le iniziative che rivolgono l’attenzione a quanto di prezioso si possiede nella città in cui si vive. Questo accade, forse, per negligenza o per una sorta di rimando che si fa perché quei beni , a portata di mano, si pensa siano fruibili nel tempo, un tempo che spesso non arriva, o perché si è convinti, sbagliando, di conoscere tutto del luogo in cui si vive. L’idea originale di sollecitare le persone a riscoprire la propria città, nella fattispecie Messina e il suo hinterland, di fare dei Walking Tour nel Centro Storico, l’ha avuta il Presidente dell’Associazione Proposta Turistica 3.0, Antonio Sapienza. Ed è stata un’idea vincente.

Non c’è niente di meglio, infatti, che rivisitare la storia della propria città e con essa le opere d’arte che la arricchiscono, di godere, in compagnia di una bravissima guida, di una passeggiata, da disinvolti turisti, per fare conoscenza di fatti e personaggi del passato, di cui, magari, non si era venuti a conoscenza. Questo lo sanno bene quanti hanno ripercorso domenica scorsa le vie cittadine, riportando alla memoria eventi e personaggi che hanno tessuto la storia della città. Una mattinata domenicale diversa, trascorsa all’insegna dell’amicizia, della cordialità, della voglia di essere protagonisti nella propria città, la bellissima Messina che merita segni di rinnovato amore.