The junk sleep, o sonno spazzatura, regala chili di troppo

Un sondaggio realizzato in Gran Bretagna mette in evidenza che oltre i panini, le patatine fritte e le bibite gassate, interviene anche la cattiva gestione del sonno notturno, fatto di pisolini a singhiozzo, a fare aumentare di peso. Il sonno spazzatura , battezzato ‘junk sleep’, interessa circa l’ 80% delle persone intervistate. Tra le cause che determinano l’insonnia si riscontrano lo stress, i vicini rumorosi, le preoccupazioni economiche, i crampi muscolari, le indigestioni e i neonati irrequieti. Il sondaggio, pubblicato sul Daily Mail, informa che sono più di 15 milioni i lavoratori che ne soffrono. Tra essi il 46% dormono meno di sei ore, il 20% meno di cinque. Quasi tutti , comunque, dicono di alzarsi più stanchi di quando vanno a letto e che la maggiore preoccupazione che impedisce loro un sonno tranquillo è la situazione economica. Magra consolazione ma, a quanto pare, tutto il mondo è paese!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *