A Los Angeles è morto il grande Sydney Pollack, a Messina Tano Cimarosa, attore, sceneggiatore e regista italiano che merita di essere ricordato

Ieri , a Messina, sono stati celebrati i funerali di Gaetano Cimarosa, detto Tano, uno dei più popolari caratteristi del cinema italiano di genere. Un attore, regista, sceneggiatore che merita di essere ricordato per il grande amore che nutriva per il cinema, per la sua correttezza professionale, per il senso di amicizia che custodiva nell’animo. Tanta la gente comune presente, pochi gli attori-amici che si sono stretti nell’estremo saluto. Tra questi Massimo Mollica e Nino Frassica, messinesi come lui, commossi, hanno espresso dolore e rimpianto per l’amico che ha concluso la sua esperienza di vita in una casa di riposo della “sua” città.
Numerose e particolari le sue partecipazioni a film famosi come “Il giorno della civetta”, dove rivestiva il ruolo di Zecchinetta , “Nuovo Cinema Paradiso”, “L’Uomo delle Stelle” , dove ha interpretato, con molta bravura, il ruolo del siciliano medio accanto ad attori e registi del calibro di Alberto Sordi, Giuseppe Tornatore, Damiano Damiani.
La sua morte è passata quasi in sordina, sovrastata dalla notizia della morte a Los Angeles di Sydney Pollack, condannato da un tumore a soli 73 anni.
Rendiamo omaggio al grande regista da Oscar, che ha diretto film famosi come “Tootsie”, “La mia Africa”, “I tre giorni del Condor”, ma ricordiamo anche Tano soprattutto per la grande umanità che ha espresso con la semplicità di un uomo del sud.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *