Si preannuncia una conquista che sa di fantascienza: leggere nel pensiero

Alcuni studiosi hanno individuato i circuiti neurali e i meccanismi che stanno alla base del pensiero umano. Le frontiere che si aprono sono svariate e tutte molto affascinanti. Leggere il pensiero significa anche conoscere e curare gravi malattie come schizofrenia, disturbi del comportamento, demenza e autismo. Gli scienziati sono riusciti a leggere diverse combinazioni che il cervello usa con riferimento a diverse parole. Tramite calcoli statistici hanno creato, successivamente, una sorta di codice di base composto da migliaia di parole. “Crediamo di aver identificato un certo numero di unità di codice di base che il cervello usa per rappresentare il significato di alcune parole” ha detto Mitchell un neuroscienziato che ha usato per le sue ricerche la risonanza magnetica funzionale, che fotografa il cervello in diretta. Nonostante la grande scoperta gli studi dovranno ancora essere perfezionati e approfonditi per codificare altre parole, compresi i nomi astratti per i quali non sono stati individuati circuiti cerebrali.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *