Il rompicapo sulle due facce del pianeta Marte forse a soluzione

Per più di trenta anni gli scienziati si sono interrogati sul mistero delle due facce che mostra Marte. Le notevoli differenze tra l’emisfero nord e quello sud hanno appassionato anche la gente comune che ama perdersi nelle fantasie più strane. Utilizzando simulazioni al computer, effettuando calcoli matematici, a supporto delle ipotesi formulate, due gruppi di ricercatori hanno preso in considerazione gli effetti che un asteroide massiccio, un meteorite, avrebbe potuto provocare cadendo sulla superficie di Marte. Utilizzando un modello bidimensionale e uno tridimensionale, cioè due metodi differenti, si è giunti alla medesima conclusione: l’impatto avrebbe potuto determinare la dicotomia, vale a dire aspetti differenti tra loro dando vita a crateri, anomalie magnetiche, crosta più o meno spessa e altre differenze. Le teorie degli studiosi del California Institute of Technology e dell’UCSC sono state pubblicate sulla rivista “ Nature”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *