Cannes: Michael Douglas parla della sua malattia e si commuove.

 

michael-douglas_620x410

Il grande Michael Douglas, presente  a  Cannes per la  presentazione del film Behind the Candelabra  del regista  Steven Soderbergh, di cui è protagonista, parlando con i giornalisti è stato vinto dalla commozione. Il film ripercorre la storia del  pianista Liberace, un musicista gay definito “ eccezionale”che è morto a causa dell’Aids.  “ L’aids come il mio cancro” ha detto Douglas, facendo un parallelo con Liberace.  Il riferimento alla grave malattia che lo ha colpito, ha commosso i  presenti e lo stesso attore che ha pianto.

“Ritornare a recitare” ha proseguito ” dopo la malattia è stato per me fondamentale, un regalo. Non riesco a definire in altro modo la possibilità che Steven Soderbergh mi ha dato con questo film, Behind the Candelabra, sulla vita di Liberace…

A 68 anni, reduce dal cancro vinto, dare la mia ritrovata vitalità, la mia recitazione, alle stravaganze e alla generosità di Lee è stata davvero una gran cosa anche perché insieme a Matt abbiamo scavato nelle verità più profonde di questi due uomini. Ero stato spesso nudo sullo schermo e lo sono stato di nuovo, con pudore e coraggio, come uomo non più giovane e innamorato di un ragazzo. I baci con Matt fanno parte di tutta la storia, della musica, dell’entusiasmo, delle passioni del mio Lee».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *