“Nord sull’orlo del baratro trascina l’Italia indietro di 50 anni” lo dice Squinzi.

 

giorgio_squinzi

 

Giorgio  Squinzi, leader di Confindustria, lancia l’ennesimo  grido d’allarme  per  richiamare l’attenzione dei politici sulla grave situazione economica in cui versa il nostro paese, in particolare , il Nord Italia dove le industrie sono in sofferenza  e di crescita non se ne parla. “ Così si torna indietro di 50 anni” ha detto…”il nord è sull’orlo di un baratro economico che trascinerebbe tutto il nostro Paese indietro di mezzo secolo, escludendolo dal contesto europeo che conta” ha aggiunto sottolineando come la mancanza di lavoro sia la madre di tutti i mali e quanto sia importante che il Governo si assuma l’onere prioritario di adottare una politica industriale idonea a superare la crisi economica.

Nel suo appello non sono mancati i riferimenti al fisco, che deve essere più equo e a supporto di chi crea ricchezza e lavoro ,  al settore dell’edilizia in “ crisi profonda” e alle banche considerato che  negli ultimi 18 mesi lo stock di prestiti erogati alle imprese è calato di 50 miliardi creando enormi difficoltà all’operatività delle stesse.

 

 

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *